Home | Su di noi | Settori | Perchè Kurdistan| Licenza di Progetti | Stampa |Domande Frequenti | Contattaci | Link Utili
SETTORI
  • EdiliziaOpen or Close

    L a struttura dell’edilizia nel Kurdistan ha trasformato il volto delle grandi città in tutta la regione. I rapidi cambiamenti dal 2003, sono stati testimoniati da copiose strutture architettoniche e grandi progetti di edilizia abitativa che hanno rimodellato il paesaggio della sua città. Alcuni aspetti dello sviluppo del Kurdistan hanno alimentato l'aumento della domanda di abitazioni, un boom economico, i tassi di crescita economica della regione, la relativa sicurezza nel Kurdistan spingendo molti cittadini dalle zone circostanti del Kurdistan a trasferirsi nella regione. Un aumento  delle opportunità di lavoro, dalla creazione di progetti di edilizia abitativa con la possibilità di permettersi delle abitazioni. Una certa quantità di aziende locali e internazionali che assumono manodopera locale è in aumento.
    Uno dei piloti di questa crescita economica nel Kurdistan è stato il boom edilizio che ha comportato un grosso cambiamento nel Kurdistan dalla liberazione dell'Iraq nel 2003. Si prevede che tale crescita si allarghi ai settori centrali e meridionali dell'Iraq una volta che la situazione della sicurezza diventi lì stabile.
    Facilitazioni di viaggio hanno anche aiutato ad alimentare la crescita economica in Kurdistan e il sistema stradale è stato ampliato e migliorato, nuove autostrade sono state costruite ed l’Aeroporto  Internazionale di Erbil avrà un nuovo terminal che vanta una delle piste più lunghe del mondo.
    78 Progetti di edilizia abitativa della regione pari a circa $5,8 miliardi, che è il 42,9% del capitale di investimento e 44,51% della terra di investimento distribuito finora rendendoli il più grande investimento di capitale e terra in qualsiasi settore nella regione.
    La Legge sugli investimenti sani ha permesso a questo settore di fiorire dal 2003, la domanda di tali progetti di edilizia è fenomenale, queste case forniscono elettricità 24 ore su 24, completi di gas e sistemi di irrigazione, sicurezza 24 ore su 24, che è vitale per le aziende operanti nel Kurdistan rendendo questi progetti di interesse sia per i residenti che da un punto di vista commerciale.
    Con ulteriori investimenti, possono essere implementati nuovi progetti che forniscono alti standard di alloggio, e sviluppi di successo come il villaggio americano hanno visto la collaborazione di aziende locali con gli investitori stranieri, questa collaborazione crea un ambiente sano e stabile di investimento sia per gli investitori locali che stranieri.

     

  • TurismoOpen or Close

    Le tre province che formano ufficialmente la regione autonoma del Kurdistan iracheno sono considerate come un luogo di rifugio e di sicurezza. La Regione del Kurdistan serve come un oasi di pace e un'attrazione turistica per molti iracheni che vogliono fuggire dallo stato di pericolo in cui vive attualmente il resto del paese. Per il popolo iracheno, bellezze naturali e siti storici sono i tratti distintivi dei governatorati di Arbil, Duhok e Sulaymāniyyah.
    La proliferazione e la domanda di turismo nella regione del Kurdistan possono essere viste come un risultato della situazione stabile di sicurezza in Kurdistan e della guida del governo regionale del Kurdistan (KRG) per l'organizzazione commerciale. Enormi investimenti nel settore del turismo dal 2006 e un totale di 40 progetti con licenza sono stati dedicati al settore, principalmente per gestire la sempre maggior richiesta per nuovi alberghi e altri servizi per i turisti stranieri e nazionali.
    La città di Arbil, che è una delle città più antiche e continuamente abitata del mondo, sembra di essere all'avanguardia della gentrificazione che è attualmente in corso nel mercato del turismo dell'Iraq settentrionale. Con un numero di Alberghi internazionali a cinque stelle che sono stati istituiti nella regione, non c' è mai stato un momento migliore per investire nel turismo. La città di Erbil ospita la cittadella più antica del mondo, dai tempi in cui i vecchi imperi solevano utilizzare la cittadella come fortezza che ora sta subendo un cambiamento per il turismo nella regione.
    Siti dalla bellezza storica e naturale sono la meta ideale per investimenti legati al turismo, progetti finiti come il complesso turistico Pank in Rawanduz è un chiaro esempio di come la legge sugli investimenti ha permesso la creazione di un complesso turistico moderno con montagne russe e divertimenti collocati su una gola vicino la città di Rawanduz. Il paesaggio è mozzafiato come nessun altro visto in Medio Oriente, per le montagne innevate in inverno e le verdi pianure in primavera.
    I potenziali progetti nel Turismo sono in cantiere nella città di Shaqlawa, circa a 50 chilometri dalla capitale Erbil; alla base del Monte Safeen, di quasi 2.000 metri di altezza al suo picco, è stato sviluppato un progetto di investimento potenziale, il Safeen Master Plan che diventerà un villaggio turistico con Alberghi, chalet e altre attività collocate intorno alla montagna creando un fantastico rifugio per famiglie e viaggiatori che cercano una vacanza tranquilla. Altre opportunità di investimento proposte sono il piano principale della città di Dukan e il piano della cintura verde di Erbil.
    Viaggiare nella regione non è mai stato più facile; per accogliere l'espansione viaggi aerei nella regione il KRG ha appena svelato un aeroporto internazionale di $400 milioni a Erbil per contribuire a sostenere l'elevata quantità di traffico di merci e persone che entrano ed escono dalla regione. L'anno scorso solo 290.000 sono volate all’Erbil International Airport, e le compagnie aeree che operano nella regione hanno beneficiato di questo con Austrian Airlines, che qualificava i loro voli in Kurdistan come una delle loro rotte più redditizie.
    Il turismo ha il potenziale per diventare un catalizzatore per lo sviluppo economico della regione; le opportunità di lavoro nel settore del turismo sono sorte negli ultimi anni con l'emergere di nuovi alberghi e complessi.
    Questi dati riguardano l'attuale situazione nella regione. Nel 2008 il PIL pro capite ammontava a circa $4.500 rispetto al resto dell'Iraq che è intorno $3.600, con 1,5% di tasso di crescita del PIL nel 2007 al 4,3% nel 2009, e si pensa che raggiunga oltre il 7% quest'anno e circa l'8% l'anno prossimo con la fiorente economia, e il turismo che sta diventando progressivamente all'avanguardia degli investimenti nella regione.

  • Agricoltura Open or Close

    L’agricoltura ancora una volta può diventare una parte vitale dell'economia del Kurdistan, una regione che una volta si chiamava il cesto del pane dell'Iraq. La regione sta sperando di raggiungere l'autosufficienza economica nei prossimi cinque anni; con l'investimento giusto ciò può essere ottenuto.
    Per la maggior parte dei passati 25 anni, gli investimenti dell'agricoltura nel mondo sono diminuiti; la maggior parte delle regioni in via di sviluppo da sole spendono circa il 5% delle entrate pubbliche sull'agricoltura. Questo in un momento in cui i prezzi alimentari sono aumentati di circa il 160%. Forti terreni agricoli e risorse idriche possono aiutare a creare sicurezza alimentare nella regione. L'uso della scienza e l'intensificazione  sostenibile dell'agricoltura è necessaria per la sicurezza alimentare. La Banca mondiale e la FAO concordano che il modello dominante debba cambiare.
    Dopo essere stata di secondaria importanza per molti anni, l'agricoltura sarà ancora una volta portata in prima linea nello sviluppo della regione. Gli sforzi per rivitalizzare il settore sviluppano una crescita sostenibile che spiana la strada all’ulteriore sviluppo del settore agricolo attraverso gli investimenti esteri e nazionali nell’ agricoltura in Kurdistan. Maggiori investimenti sono necessari nelle infrastrutture dell'agricoltura per migliorare i requisiti fisici, tecnici e del personale del Kurdistan al fine di aumentare la produzione agricola per abitante della regione. Stabilire collegamenti e la creazione del centro di ricerca agricola nella regione contribuirà a professionalizzare il settore in Kurdistan.
    Una prova storica fa riferimento al primo addomesticamento di ovini e caprini nelle valli superiori della Mesopotamia, che ora è conosciuto come Kurdistan, rivitalizzare l'industria della carne e dei latticini aiuterà il Kurdistan a risalire alle sue radici storiche.
    Dei passi sono stati fatti dal Governo Regionale del Kurdistan per incoraggiare ex agricoltori a tornare alle loro aree rurali fornendo loro sussidi e sovvenzioni per incoraggiarli a dedicarsi ancora una volta all’ agricoltura e all’allevamento di animali per aiutare a rivitalizzare questi settori.
    La Regione del Kurdistan beneficia di fatto:
    1. terreno fertile e arabile
    2. clima conduttivo
    3. forti risorse umane
    4.abbondanti risorse d’acqua e terreni coltivabili
    C’è bisogno anche di una moderna tecnologia e competenza, l’agricoltura non perderà mai la sua importanza, il KRG sta cercando di proteggere l'industria agro-alimentare e di istituire anche industrie alimentari nazionali, proteggendo i prodotti locali.
    Misure per incrementare la produzione locale sono: produzione di silvicoltura, orticoltura, produzione vegetale e animale, pollame, zootecnia, progetti di irrigazione e ricerca e sviluppo.

  • IstruzioneOpen or Close

    Attualmente l’educazione nella regione del Kurdistan sta subendo enormi trasformazioni per ringiovanire il settore. Dal 1991 al 2003 il settore dell'istruzione ha versato in una situazione terribile, i collegamenti con il sistema di istruzione del governo centrale erano inesistenti, la regione era isolata, rendendo difficile l’assicurazione di un insegnamento progressivo. Istituzioni pubbliche stanno lavorando a fianco di istituzioni private nel tentativo di elevare il livello di apprendimento della regione. Lavorare alla radice dei problemi è stata la strategia del KRG, l’aggiornamento degli insegnanti e del personale dotandoli di pratiche didattiche note a livello internazionale per aiutare a mettere a punto una solida infrastruttura per il futuro del Kurdistan. Il popolo kurdo è noto per godere di scienze chiave come Ingegneria e medicina – comunque contemporaneamente alla recente apertura di corsi più specializzati all'interno delle nostre istituzioni si sta creando una forza lavoro diversificata nella regione, con la popolarità di temi come la tecnologia dell'informazione che sta crescendo in quanto sempre più studenti si orientano a tematiche meno tradizionali. Gli investimenti in questo settore sono rimasti stabili finora con $375 milioni investiti in 6 progetti per un importo pari al 2% dell'investimento di capitale investito in Kurdistan dal 2006.
    Istruzione primaria
    Per quanto riguarda l’ istruzione primaria, abbiamo visto la nascita di scuole private come la scuola internazionale di Choueifat (ICS), che ha aiutato a superare le carenze di una mancanza di insegnamento di alta qualità nella regione. Il Kurdistan, tuttavia, non si sta affidando solo alla presenza di scuole private, il governo sta investendo nel suo futuro per garantire che ogni villaggio, paese e città abbia abbastanza scuole per l'educazione dei nostri figli.
    La scuola internazionale di Choueifat (ICS) è stata aperta in due principali città di Erbil e Sulaymaniah. Anche se le tasse sono costose per iscriversi alla scuola, il governo fornisce borse di studio agli studenti più brillanti per poter studiare a scuola. Un'altra scuola ha appena aperto, una scuola tedesca nella capitale. Tuttavia il governo non si sta affidando solo su scuole private straniere per migliorare l'istruzione nella regione che ha iniziato limitando il sistema dal basso all’alto, ridistribuendo la gestione e amministrazione, rafforzando la libertà di singole scuole e aree di apprendimento, per contribuire a formare studenti creativi e innovativi.
    L'inglese viene insegnato in molte scuole pubbliche e private nella maggior parte, altre competenze quali tecnologia informatica e letteratura assicurano che la nostra prossima generazione sarà più attrezzata a competere per conoscenza e occupazione a livello globale.
    Istruzione superiore
    Nella regione del Kurdistan sono presenti al momento come 19 istituzioni statali e private parastatali per l’istruzione superiore. Ci sono due semestri ogni anno accademico. Il periodo di studio standard in cui può essere completato un programma di laurea è di almeno otto a dieci semestri all'Università.
    Le istituzioni includono università e istituti di istruzione superiore equivalenti come università tecniche, Università multifacoltà e istituzioni specializzate a livello universitario (ad esempio per medicina, sport, studi amministrativi, filosofia e teologia). Solo università e le istituzioni equivalenti sono autorizzate a conferire dottorati.
    Ci sono sette università nella regione del Kurdistan. Le tre più grandi sono l’Università di Salahaddin a Erbil, l’Università di Sulaymaniah e l’Università di Dohuk. Essi offrono studi in vari tematiche che conducono a diplomi specializzati, diplomi di laurea, di master e dottorati. La Salahaddin University è stata fondata nel 1968 nella città di Sulaymaniah ed è stata trasferita nella città di Erbil, nel 1981. Dopo che il regime Ba'ath ha ritirato la sua amministrazione all'indomani della guerra del Golfo, nel 1992 il governo regionale del Kurdistan ha istituito l’Università di Sulaymaniah e Università di Dohuk. Le due istituzioni più recentemente istituite sono l'Università di Koya e l’Università medica di Hawler.
    Il numero totale degli studenti negli istituti di istruzione superiore nella regione del Kurdistan è 94.700. La percentuale di studenti di sesso femminile è del 48%.
    Attualmente, non vi è alcuna tassa di iscrizione per l'istruzione; è libera nel Kurdistan.

  • Salute Open or Close

    L’Assistenza sanitaria nella regione del Kurdistan affronta importanti sfide, dopo gli anni in cui la  regione è stata trascurata e oppressa dal governo centrale, e attualmente siamo sulla strada della ripresa, ed ereditiamo un sistema con poche infrastrutture che sono state ricostruite da zero. Il KRG attualmente sta ideando un modello realistico per la regione al fine di collaborare insieme per il sistema sanitario. Noi crediamo in un modello di collaborazione pubblico-privato come trampolino di lancio importante nel rilancio del sistema sanitario nel Kurdistan.
    L'obiettivo del governo è di rendere la sanità più efficiente ed economica. C'è stata una mancanza di investimenti in questo settore tanto che sono stati investiti 195 milioni in 17 progetti nella regione. Ad esempio il centro diagnostico multimilionario all'avanguardia e un ospedale cardiaco hanno avuto successo nel fornire elevati standard di trattamento nella regione. Il Centro diagnostico Medya è il primo laboratorio della regione ad ottenere il riconoscimento internazionale come fornitore di qualità di sperimentazione medica conforme a ISO 15189. Forza trainante dietro queste iniziative è il grande bisogno di sollevare e imporre standard di assistenza sanitaria in tutta la regione.
    La Legge sugli investimenti aiuta gli specialisti nella salute ad avviare proprie cliniche private, ospedali e impianti farmaceutici, un grande incentivo dietro questo è l'incentivo alla proprietà terriera. In questo modo si permette al settore privato di fornire servizi che attualmente non sono disponibili nel settore pubblico, siamo consapevoli del rischio di questa strategia, che causa una divisione tra ciò che ricchi e poveri possono permettersi, ma se si inizia da zero alla fine il settore pubblico sarà in grado di fornire un terziario di alta qualità, creando concorrenza sulla salute tra il privato e il settore pubblico.
    Con l’assistenza esterna il settore può essere portato indietro sui suoi piedi, il KRG ha firmato un accordo con la britannica Royal College degli ostetrici e dei ginecologi per migliorare la salute materna e neonatale in Kurdistan attraverso l'educazione e l’indicazione di standard clinici per la regione. Con l'istituzione di questa partnership, il settore ha ricevuto preziosi workshop e corsi di formazione per gli specialisti della salute.
    Il Ministero della salute sta attualmente cercando i modi per ristrutturare il bilancio; quando il sistema fu fondato all’inizio, fu strutturato sul fornire un servizio sanitario nazionale  gratuito e nel clima attuale non è possibile. Il bilancio che è stato spostato dalla cura secondaria e terziaria alla cura primaria pubblica in quanto il 95% della popolazione usa un’assistenza sanitaria primaria rudimentale, tuttavia questi ospedali e centri sanitari necessitano di un personale ben addestrato e attrezzature avanzate per poter contribuire a fornire un servizio migliore ai pazienti, con 466 centri di assistenza sanitaria primaria che non è un piccolo compito.
    La riduzione del potere burocratico per quanto riguarda l'assistenza sanitaria nella regione ha aiutato i funzionari della sanità locale e regionale nelle decisioni sul funzionamento giorno dopo giorno del settore lasciando i più alti funzionari a gestire la pianificazione strategica del dipartimento, permettendo al settore di funzionare in modo più efficiente. Con ciò il settore ha visto lo sviluppo di programmi di vaccinazione professionale, il servizio di babysitting, la formazione di medici e infermieri. La regione ha lanciato una campagna di sensibilizzazione sui problemi di salute, attraverso spot televisivi, avvertendo le persone sui pericoli del fumo, consigliando loro di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, obesità ecc. Insieme a programmi settimanali su TV locali circa la salute e la nutrizione e che hanno ospitato specialisti per rispondere alle domande di telespettatori, ciò guidato dal governo che permetterà ai cittadini di diventare più consapevoli delle emergenze sanitarie e minacce.

  • Attività bancariaOpen or Close

    La finanza è un settore della regione, che si è sviluppato negli ultimi anni, ma sono ancora necessarie ulteriori riforme per migliorare questo settore. Investimenti diretti esteri, insieme a investimenti locali è la chiave per lo sviluppo del sistema bancario regionale come anche per la continua crescita ed espansione dell'economia della regione.
    La capacità di costruire l'infrastruttura fisica contribuisce a rafforzare le infrastrutture economiche affinché il settore privato fiorisca e la nostra società si sviluppi, la presenza di grandi banche multinazionali nella regione consente alla regione ad imparare e ad avere a disposizione nel paese servizi bancari internazionali.
    Grazie al clima di sano  investimento e il taglio del nastro rosso nella regione i servizi bancari nella regione molto sono diventati più semplici, 16.67% di capitale di investimento è dedicato agli investimenti nel settore bancario che è intorno ai $2.3 Bl in progetti di investimento nella regione. Il Kurdistan sta rapidamente diventando il luogo ideale per espandere il settore bancario commerciale e al dettaglio con oltre 15 banche nella regione. La regione è costituita da due banche centrali di proprietà statale con circa 14 banche di proprietà statale e 30 banche di proprietà privata che hanno filiali in tutta la regione, si è creata una joint venture tra l’istituzione bancaria locale e straniera come la fusione tra la banca commerciale dell'Iraq con JP Morgan, la società statunitense sta consigliando e aiutando ad investire nella società.
    Un mercato assicurativo sta nascendo nella regione del Kurdistan, il mercato è stato attivo dal 2005 ma necessita ancora di una guida nell’investimento per favorire la crescita del settore. Il settore ha un immenso potenziale da sviluppare rapidamente. Il settore assicurativo rafforzerà ulteriormente l'investimento nella regione, in quanto gli investitori possono minimizzare i rischi dei loro investimenti attraverso progetti ben programmati. Il settore privato ha bisogno di sviluppo in questo settore per migliorare il proprio potenziale imprenditoriale.
    La progressiva affermazione del settore assicurativo ha contribuito a professionalizzare gli investimenti nella regione, esso conduce gli investitori a dover vincolare le aziende commerciali a requisiti assicurativi stabiliti dalle compagnie di assicurazione. In altre economie di mercato l’assicurazione ha giocato un ruolo fondamentale nel loro sviluppo, con la giusta normativa e regolamenti assicurativi ha il potenziale di crescere nella regione, la combinazione di un investimento sano e il diritto bancario hanno aperto la strada a un sistema bancario efficiente nella regione. Quanto prima verrà istituito l’Erbil Stock Exchange (ESX) tanto prima si offrirà maggiore flessibilità agli investitori stranieri e il collegamento del Kurdistan alla comunità imprenditoriale internazionale.

  • Comunicazione Open or Close

    Il settore della comunicazione in Kurdistan ha preso una chiara piega verso lo sviluppo e la maturazione nell'ultimo decennio. Telecomunicazioni, informatica, mezzi di comunicazione e di Internet hanno tutti visto un notevole avanzamento nella loro tecnologia e ubiquità. A posteriori si può sostenere che la comunicazione nel nord dell'Iraq ha iniziato a svilupparsi dalla rivolta dei primi anni ' 90, da una quasi assenza di comunicazioni a un boom di reti cellulari mobili, stazioni televisive e radiofoniche indipendenti e l'emergere di media liberi. Nel 2001 avevamo solo 2 fornitori di telefonia mobile nella regione. Ognuno aveva la copertura di due distinti amministratori regionali: Asiacell (Sulaymaniah) e Korek (Erbil & Duhok). Ora abbiamo una sana concorrenza nella regione che attualmente compete in tutte le regioni del paese.
    Il livello di investimenti nella comunicazione indica la forte posizione del settore all'interno della regione con diverse telecomunicazioni mobili in sana competizione; esso si è aperto alla richiesta di creare servizi di comunicazione migliori. Grazie a fornitori locali di telecomunicazioni per la sicurezza della regione che hanno assunto esperti stranieri, aziende come Asiacell e Korek hanno gestori stranieri, consulenti e amministratori, il che è stata la chiave della formazione e dello sviluppo della forza lavoro locale.
    Questo settore comprende le aziende che operano principalmente nel funzionamento, mantenimento o fornitura dell’accesso a servizi o tecnologie che consentono la trasmissione di voce, dati, testi, audio e video utilizzando le reti di telecomunicazioni wireless. Lo stesso include anche operazioni impegnate principalmente nell'acquisto dell’accesso e della capacità dai proprietari e operatori della rete e nella vendita di servizi di telecomunicazioni a imprese e famiglie. Le Comunicazioni via cellulare sono una grande componente di questa industria. Inoltre, la tecnologia dell'informazione è ora un motore di sviluppo economico nelle società moderne e il Kurdistan sta per diventare la prima regione in Iraq che ha una delineata strategia quinquennale sulla tecnologia dell’informazione, che migliorerà il futuro del Kurdistan. La rapida adozione di una strategia sulla tecnologia dell’informazione è al centro degli sforzi del KRG. Il Kurdistan è come un terreno da costruire. Una nuova piattaforma per iniziare a fare degli sviluppi reali nell’infrastruttura della tecnologia dell’informazione. Rendere una 'e-governance democratica' una realtà, dai laptop ministeriali ai cittadini svantaggiati.
    L’educazione è stata migliorata per questa generazione. La Demografia dimostra un disegno perfetto per potenziali investimenti nelle telecomunicazioni e su internet. Attualmente non ci sono problemi con la distribuzione di accesso alla rete in Kurdistan, a fronte del territorio montuoso, la tecnologia WiMax sta rompendo questa barriera nonostante la mancanza di comunicazioni collegate tra la regione e le spine dorsali  di Internet rimane un problema con l'investimento giusto, questo problema può essere risolto anche per fornire un veloce e diffuso accesso a internet in tutta la regione.

    Il KRG crede che l'uso strategico di esso è parte delle nostre centrali iniziative di sviluppo economico. Ci stiamo affidando sulle buone pratiche e il know-how ed esperienza internazionale, mentre pensiamo a creare capacità istituzionali locali per garantire la sostenibilità dei nostri sforzi. Aiuta a promuove "obiettivi di buon governo, e a responsabilizzare i cittadini".

  • TrasportoOpen or Close

    Le Infrastrutture di trasporto lungo i collegamenti stradali e aerei sono ben sviluppate. Vari piani per ottenere miglioramenti sono in fase avanzata. Il governo ha sviluppato una strategia nazionale di trasporto per potenziare le infrastrutture del paese, e rendere il Kurdistan in grado di capitalizzare i suoi vantaggi geografici naturali.

    Strade e Autostrade
    la regione ha un collegamento stradale in via di sviluppo che collega tutto il paese, e che connette il Kurdistan con tutte le sue regioni confinanti. Ha delle strade operative tra tutte le città e paesi, ma è nei progetti la creazione di vasti sistemi stradali nel centro città che consentono al traffico di scorrere più facilmente, come la strada di 100 m ad Erbil e altre autostrade nelle rispettive città. Attualmente la costruzione ha iniziato a creare strade a due corsie tra tutte le principali città e paesi, come la strada tra Erbil e Koya, e a creare percorsi migliori di trasporto e di collegamento per aziende e privati.

  • Gli Aeroporti Open or Close

    Erbil International Airport (EIA)
    L’aeroporto è appena stato rinnovato e sono stati spesi $400 milioni, il nuovo aeroporto dispone di 16 porte ed è in grado di trasportare gli aerei più grandi del mondo. Si consiglia ai passeggeri di arrivare all'aeroporto internazionale di Erbil almeno 2,5 ore prima della loro partenza per consentire un tempo sufficiente per prendere il bus navetta e passare attraverso i punti per il controllo di sicurezza fino al terminal di partenza.


    Sulaymaniah International Airport (ASI)
    Un aeroporto più piccolo ma che ha costanti voli per destinazioni internazionali, l’aeroporto è usato per trasporto merci così come per individui. Si prega di notare che le rotte aeree  e gli orari per il Kurdistan stanno aumentando. Si prega di confermare i dettagli dei voli direttamente con l'operatore, in quanto potrebbero essere soggetti a modifiche.

  • Industria commercio Open or Close

    Il Kurdistan ha goduto di una lunga storia di scambi interni ed esterni. La regione ha sfruttato la sua posizione regionale mediante l'attuazione di politiche e leggi che attirano investimenti e crescita economica. Rotte commerciali attraversano tutta la regione da oltre 6.000 anni. Il commercio è uno dei settori guida nella crescita dell'economia della regione del Kurdistan. Il commercio è una grande fonte di reddito per la regione, soprattutto nel settore privato, aiutando a promuovere le piccole e medie imprese nella regione.
    A causa del Kurdistan, che non è una separata regione all'interno dell’Iraq non si riescono a raccogliere precise informazioni Iraq non raccolte dall'organizzazione internazionale, creando una barriera per il commercio potenziale e gli investimenti nella regione. Così le cifre commerciali nella regione variano da circa $1,4 miliardi dalle stime della Banca mondiale, mentre il governo federale le stima a circa $9,6 miliardi. Noi crediamo che siano intorno ai $ 5 miliardi sulla base di statistiche regionali che abbiamo raccolto negli ultimi anni con il dipartimento all’interno del governo regionale del Kurdistan.
    Le importazioni rappresentano l’85% per cento di circa US$ 5. 0–5.5 miliardi del commercio estero annuo nella regione del Kurdistan. La maggior parte delle merci importate sono consumate nella regione e non vengono riesportate come prodotti con un valore aggiunto. Il partner commerciale esterno per la regione è la Turchia. Le esportazioni turche in Iraq ammontano da US$ 2,8 a 3,5 miliardi nel 2007, basato su dati ufficiali del governo turco. Il secondo più grande partner commerciale della regione è l'Iran. L'Iraq è il secondo più grande mercato non esportatore di petrolio dell’Iran. Gli iracheni hanno comprato come US$ 1,3 miliardi di merci di valore dall'Iran nel corso del 2006. Nel 2007 l'Iran ha esportato quasi US$ 2,8 miliardi di merci di valore in Iraq, di cui circa US$ 1 miliardo è stato importato attraverso la regione del Kurdistan iracheno.
    C'è una mancanza di norme regolamentari per il cibo o requisiti di sicurezza alimentare di base. Gli standard normativi sono necessari per una concorrenza leale sul mercato. Questa assenza di norme ha portato il governo locale, a prendersi la responsabilità della questione vietando determinati prodotti che entrano nella regione e ciò per aiutare a migliorare la qualità delle merci nella regione. Le esportazioni dalla regione del Kurdistan coinvolgono il 5% delle attività commerciali. Mentre ci sono alcune esportazioni agricole della regione, attualmente gran parte del commercio di esportazione della regione comporta la riesportazione di alcol e tabacco, dalla Turchia, in altri paesi come l'Iran.
    Gli investimenti diretti stranieri (FDI) nella regione sono prevalentemente provenienti dalla Turchia e, in misura molto minore, Iran. Questi sono i due paesi con la più grande posta in gioco nella regione del Kurdistan e sono anche i più vicini geograficamente. Partendo dal presupposto che le attività di esplorazione in corso scopriranno significativi nuovi giacimenti di petrolio nella regione del Kurdistan, si ritiene che le compagnie petrolifere domineranno gli investimenti diretti esteri della regione diversamente dal commercio industriale e dal settore manifatturiero che è piccolo e sottosviluppato. La Regione del Kurdistan è afflitta da una moltitudine di ostacoli interni ed esterni che impediscono lo sviluppo della capacità industriale. Una serie di requisiti essenziali sono assenti: una coerente politica industriale e commerciale; telecomunicazioni; produzione sostenibile; tecnologie pertinenti; impianti di energia; competenze imprenditoriali, manageriali e tecniche; istituzioni aziendali/commerciali di supporto; agenzie di governo efficienti, trasparenti; e un quadro giuridico orientato al business.
    Ostacoli esterni includono barriere al commercio di norma non tariffarie, l'alto costo di trasferimento di tecnologia, rafforzamento della tutela della produzione agricola nei paesi sviluppati e l’accesso limitato a filiere internazionali e alle informazioni sul mercato esterno. Il KRG ha lavorato sodo per promuovere la regione ad una posizione imprenditoriale superiore in Medio Oriente, per creare un ambiente competitivo dove si possa competere sui prezzi, sul costo della manodopera, e sul costo per rendere la stessa una forza regionale di produzione.

  • ArtiOpen or Close

    L’Investimento nell’arte è stato costante ma lontano fino ad oggi nella regione, anche se il potenziale è enorme, essendo regioni ricche di storia e paesaggi,il potenziale artistico è vasto. Alla galleria come la galleria di Aram in Sulaymaniah e alla Galleria d'arte Sewa a Erbil, si verificano vivaci discussioni tra gli studenti e gli artisti sull’ l'impatto dell'arte contemporanea all'interno del Kurdistan, e con l’emozione dell’ influenza occidentale dell’arte nella regione in collaborazione con le forme di arte locale si crea una cultura contemporanea nel Kurdistan.
    Nelle città di tutta la regione in particolare Sulaymaniah ed Erbil c'è una fiorente comunità artistica, sia artisti che lavorano su forme tradizionali di, ad esempio, pittura e scultura e anche una nuova generazione di artisti che lavorano su tutta l'arte contemporanea e 'nuove forme' della cultura.
    La nascita di questa società ha aperto la strada alla necessità di investimenti nel settore, tuttavia il KRG vede il settore vitale per il futuro del patrimonio storico e culturale del Kurdistan.

  • SportOpen or Close

    Il piano d’azione per lo sport nella regione è stata implementata dall’ ex Ministero dello sport e gioventù (MOSI), anche se il ministero è stato dissolto in 6, il piano è ancora attuato dal KRG per aiutare a migliorare lo sport nella regione.
    Prima che la tabella di marcia venisse implementata alla gioventù e agli atleti è stato chiesto quello che volevano, si tenne un incontro con 150 organizzazioni, 27 delle quali erano organizzazioni giovanili, associazioni sportive e centri sportivi che hanno steso un piano delineato con tutte le commissioni competenti.
    Attualmente:
    1.1. La complessità della struttura sportiva e la mancanza di coordinamento tra i diversi corpi.
    1.2. Inflazione di risorse finanziarie.
    2.3. Debolezza nell'infrastruttura sportiva
    3.4. Debolezza nella cultura sportiva.
    4.5. Debolezza nell'amministrazione sportiva e nelle abilità tecniche.
    5.6. Coinvolgimento di persone non responsabili in vari movimenti sportivi.
    6.7. Debolezza dei media per quanto riguarda lo sport.
    7.8. Debolezza nel sistema di istruzione per quanto riguarda lo sport.
    8.9. Coinvolgimento dei partiti politici.
    9.10. Posizioni di rango elevato sono occupati non su basi di competenza.
    10.11. Debolezza delle strutture sportive.
    11.12. Monopolizzazione e debolezza della cultura democratica.
    Conseguenze:
    1.1. Debolezza in salute fisica e mentale.
    2.2. Isolamento e fondamentalismo.
    3.3. Dipendenze.
    4.4. Riluttanza a istruzione e non frequentazione della scuola.
    5.5. Debolezza dei movimenti sportivi e società civile.
    6.6. Debolezza nel pensiero e orgoglio nazionale.
    7.7. Debolezza del desiderio per il lavoro di squadra.
    8.8. Mancanza della presenza  del Kurdistan nei programmi regionali, continentali e mondiali.
    Enormi investimenti sono necessari per implementare la visione per il futuro dello sport, l’assistenza e l’orientamento con la gestione e l'attuazione di questa politica sono necessari immediatamente per essere in grado di creare un settore fiorente. Attualmente 3 progetti di investimento relativi a sport che ammontano a $51 milioni, stiamo lavorando sui modi di aumentare gli investimenti in questo settore.