Turismo

Pira_Delal,_Kurdistan

Ponte storico di Zakho

Le tre province che formano ufficialmente la regione autonoma del Kurdistan iracheno sono considerate come un luogo di rifugio e di sicurezza. La Regione del Kurdistan serve come un oasi di pace e un’attrazione turistica per molti iracheni che vogliono fuggire dallo stato di pericolo in cui vive attualmente il resto del paese. Per il popolo iracheno, bellezze naturali e siti storici sono i tratti distintivi dei governatorati di Arbil, Duhok e Sulaymāniyyah.
La proliferazione e la domanda di turismo nella regione del Kurdistan possono essere viste come un risultato della situazione stabile di sicurezza in Kurdistan e della guida del governo regionale del Kurdistan (KRG) per l’organizzazione commerciale. Enormi investimenti nel settore del turismo dal 2006 e un totale di 40 progetti con licenza sono stati dedicati al settore, principalmente per gestire la sempre maggior richiesta per nuovi alberghi e altri servizi per i turisti stranieri e nazionali.
La città di Arbil, che è una delle città più antiche e continuamente abitata del mondo, sembra di essere all’avanguardia della gentrificazione che è attualmente in corso nel mercato del turismo dell’Iraq settentrionale. Con un numero di Alberghi internazionali a cinque stelle che sono stati istituiti nella regione, non c’ è mai stato un momento migliore per investire nel turismo. La città di Erbil ospita la cittadella più antica del mondo, dai tempi in cui i vecchi imperi solevano utilizzare la cittadella come fortezza che ora sta subendo un cambiamento per il turismo nella regione.
Siti dalla bellezza storica e naturale sono la meta ideale per investimenti legati al turismo, progetti finiti come il complesso turistico Pank in Rawanduz è un chiaro esempio di come la legge sugli investimenti ha permesso la creazione di un complesso turistico moderno con montagne russe e divertimenti collocati su una gola vicino la città di Rawanduz. Il paesaggio è mozzafiato come nessun altro visto in Medio Oriente, per le montagne innevate in inverno e le verdi pianure in primavera.
I potenziali progetti nel Turismo sono in cantiere nella città di Shaqlawa, circa a 50 chilometri dalla capitale Erbil; alla base del Monte Safeen, di quasi 2.000 metri di altezza al suo picco, è stato sviluppato un progetto di investimento potenziale, il Safeen Master Plan che diventerà un villaggio turistico con Alberghi, chalet e altre attività collocate intorno alla montagna creando un fantastico rifugio per famiglie e viaggiatori che cercano una vacanza tranquilla. Altre opportunità di investimento proposte sono il piano principale della città di Dukan e il piano della cintura verde di Erbil.
Viaggiare nella regione non è mai stato più facile; per accogliere l’espansione viaggi aerei nella regione il KRG ha appena svelato un aeroporto internazionale di $400 milioni a Erbil per contribuire a sostenere l’elevata quantità di traffico di merci e persone che entrano ed escono dalla regione. L’anno scorso solo 290.000 sono volate all’Erbil International Airport, e le compagnie aeree che operano nella regione hanno beneficiato di questo con Austrian Airlines, che qualificava i loro voli in Kurdistan come una delle loro rotte più redditizie.
Il turismo ha il potenziale per diventare un catalizzatore per lo sviluppo economico della regione; le opportunità di lavoro nel settore del turismo sono sorte negli ultimi anni con l’emergere di nuovi alberghi e complessi.
Questi dati riguardano l’attuale situazione nella regione. Nel 2008 il PIL pro capite ammontava a circa $4.500 rispetto al resto dell’Iraq che è intorno $3.600, con 1,5% di tasso di crescita del PIL nel 2007 al 4,3% nel 2009, e si pensa che raggiunga oltre il 7% quest’anno e circa l’8% l’anno prossimo con la fiorente economia, e il turismo che sta diventando progressivamente all’avanguardia degli investimenti nella regione.